informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come potenziare il cervello? Le 8 attività da fare

Commenti disabilitati su Come potenziare il cervello? Le 8 attività da fare Studiare a Bologna

“Allenare” il cervello è davvero possibile?

Nella vita quotidiana, di fatto, esistono diverse situazioni in cui una maggiore attenzione e una migliore funzione cognitiva si dimostrerebbero utili. Parliamo sicuramente dello studio, ma anche di tante altre situazioni in cui una mente “lucida” può aprirti a nuove opportunità.

Potenziare le tue funzionalità della tua mente può aiutarti ad ottenere risultati migliori con uno sforzo inferiore, sfruttando le risorse “nascoste” del tuo cervello. Ci sono diversi modi per migliorare la potenza del tuo cervello, specialmente se sei disposto a seguire alcuni suggerimenti in modo costante per un determinato periodo di tempo. Vediamo insieme qualche strategia per migliorare la tua concentrazione e allenare la mente.

Potenziare il cervello: 8 strategie da seguire

Che tu sia uno studente di scienze della formazione a Bologna, scienze politiche, economia o qualunque altra facoltà Unicusano, ciò che potrebbe aiutarti a studiare meglio è aumentare i tuoi livelli di concentrazione per studiare in modo efficiente. Ecco tutto quello che dovresti sapere sul tema.

1. Punta sullo sport

Fare attività fisica è fondamentale sia per il tuo corpo che per la tua mente. Trascorriamo la maggior parte del tempo immersi nei nostri impegni quotidiani: non è sempre facile riuscire a trovare il tempo necessario. La soluzione? Spingi il tuo cervello a “pensare al contrario”: non puoi permetterti di non fare esercizio fisico se vuoi davvero vivere in una condizione di benessere.

I vantaggi del praticare esercizio fisico sono diversi: non solo ci guadagnerai in salute e capacità cognitive del cervello, ma riuscirai anche a migliorare la memoria. Insomma, il primo passo importante per prenderti cura della tua mente può iniziare da una passeggiata all’aria aperta, una corsa, un’iscrizione in palestra. Puoi scegliere tu ciò che ti fa stare meglio: l’importante è…muoversi!

2. Bevi caffè

Molte persone iniziano le loro giornate con una tazza di caffè, e, almeno secondo quanto riportato da numerosi studi scientifici, pare che tale abitudine possa effettivamente giovare alle funzioni cognitive a breve termine.

La caffeina è un acceleratore cognitivo: assumerne una quantità limitata aiuta a mantenere alta l’energia e il livello di attenzione. La caffeina è utile anche per rimanere concentrato su compiti ripetitivi e noiosi e favorendo i tempi di reazione e il ragionamento.

3. Passa del tempo all’aria aperta

Cosa c’è di meglio del contatto con la natura? Trascorrere tempo in mezzo al verde aiuta ad abbassare lo stress e a sentirti più felice. Inoltre, esporsi alla luce solare attiva la vitamina D, che aiuta ad ottenere performance migliori e rallentare l’invecchiamento del cervello.

Se non sai cosa fare durante il tuo tempo libero dallo studio, una buona idea potrebbe essere fare una lunga passeggiata in un parco, al mare o in qualunque luogo che ti consenta di riprendere il tuo contatto con la natura. Un consiglio in più: porta un “pezzo” di natura anche in casa tua o nell’ambiente in cui di solito studi. Una pianta verde mette il buonumore e migliora la qualità dell’aria.

4. Frequenta gli amici

Anche la socialità ha un ruolo fondamentale nel nostro lavoro di potenziamento delle funzioni cognitive.

Sentirsi soli può facilmente portare ad un declino psicologico e cognitivo, poiché questi sentimenti possono avere un impatto negativo sul sonno, aumentare la pressione sanguigna, contribuire alla depressione e persino ridurre il benessere generale.

La maggior parte delle persone che sfrutta le strategie per potenziare il cervello, sa come comunicare e costruire connessioni. Ecco qualche accortezza da seguire:

  • Stacca la spina. Spesso studiare per molte ore ti “allontana” dalla tua sfera sociale. Riprendi i contatti con gli amici nel tempo libero, subito dopo lo studio: basta anche un semplice messaggio per sentirvi più vicini
  • Esci spesso. Conoscere nuove persone aiuta a entrare in contatto con punti di vista diversi, che inevitabilmente arricchiranno le tue esperienze e amplieranno i tuoi orizzonti

5. Impara a meditare

Ora che la meditazione è anche “trendy”, non hai più scuse per rimandare. Imparare a meditare è un degli obiettivi più comuni tra chi sogna di potenziare le proprie capacità cognitive.  La meditazione ha tantissimi benefici: non solo riduce i livelli di stress, ma può anche prevenire disturbi legati all’età come l’Alzheimer o la demenza senile.

Per iniziare puoi anche dedicare pochi minuti della tua giornata per praticare la meditazione. Con il tempo, potrai aumentare i tempi e diventare sempre più efficiente.

6. Cura la qualità del sonno

Troppo spesso trascuriamo la qualità del nostro riposo. Dormire pochissime ore a notte, studiare fino a tardi e non avere un equilibrio in tal senso rischia davvero di mettere a repentaglio il tuo benessere.

Il motivo è semplice: il sonno è necessario per consolidare la memoria e l’apprendimento. Se dormi male, il volume della materia grigia nel tuo lobo frontale potrebbe iniziare a diminuire. Il lobo frontale supporta e controlla la memoria di lavoro e la funzione esecutiva, rendendolo un elemento particolarmente importante per migliorare le potenzialità del proprio cervello.

7. Cura la tua alimentazione

“Siamo quello che mangiamo”: se hai già sentito questa frase, è probabile che tu abbia già avuto modo di rifletterci e comprenderne l’essenza. La vita frenetica che tutti noi ci troviamo ad affrontare quotidianamente spesso non lascia abbastanza margine per una nutrizione bilanciata e sana.

Proprio per questo è importante fare uno sforzo in più per curare la nostra alimentazione. Antiossidanti e aminoacidi sono particolarmente importanti per le facoltà cognitive e per potenziare il cervello, così come la vitamina E e la Vitamina B.

Il vino rosso (se consumato con moderazione) può aiutarti migliorare la tua funzione cognitiva così come noci, mirtilli, cereali integrali e avocado. I cibi difficili da digerire (i cosiddetti “cibi spazzatura”) rischiano di appesantirti troppo e di minare al tuo benessere generale. Un consiglio in più? Bere molta acqua è fondamentale per il funzionamento del tuo corpo. Non trascurare questo aspetto: se tendi a bere poco, puoi scegliere un “supporto” tecnologico per tenere traccia dell’acqua che bevi, come l’app Hydro Coach.

8. Alimenta la tua curiosità

La curiosità è un potente stimolante per il tuo cervello: dedicarti a tutto ciò che è “nuovo” genera nuovi percorsi neurali e, per questo, ti aiuta ad affinare la tua mente.

Come fare? Non avere paura di uscire dalla tua “comfort zone”: basta anche solo cambiare strada per andare al lavoro, provare un nuovo sport, andare a cena in un ristorante particolare ed insolito, leggere un libro su un argomento che non conosci. L’importante è fare qualcosa di nuovo: il tuo cervello ti ringrazierà!

I nostri consigli su come potenziare il cervello sono terminati, per ora: non ti resta che dedicarti al tuo benessere.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali