informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa indossare per un colloquio di stage? Il dress code adatto

Commenti disabilitati su Cosa indossare per un colloquio di stage? Il dress code adatto Studiare a Bologna

Spesso sentiamo dire, specie negli ultimi tempi, “l’abito non fa il monaco”. Questo è in parte corretto, ma è anche vero che il proprio modo di vestire rispecchia sia chi siamo sia la considerazione dei contesti che frequentiamo. È importante infatti chiedersi cosa indossare per un colloquio di stage (o di lavoro).

L’Italia è uno di quei paesi dove il dress code è molto sentito ed è parte integrante della nostra cultura. Spesso avviene che ci interroghiamo come vestirci a seconda della situazione e se siamo opportuni.

Non ha importanza l’età, il genere, l’azienda, in ogni caso, capire come vestirsi per un colloquio di stage significa mostrare che si da una certa importanza a quella opportunità. L’importante però, è anche saper mostrare la propria personalità.

Andiamo a vedere, dunque, i consigli su cosa indossare ad un colloquio di stage per fare buona impressione fin da subito.

Ecco come vestirsi per un colloquio di lavoro

Ad un colloquio di stage è importante interrogarsi quale sia il dress code più adatto, e non differisce molto da un normale colloquio di lavoro.

Ci sono alcune regole da rispettare, sia nel vestirsi che nel modo di comportarsi, per trasmettere sia la propria personalità ma anche la considerazione che hai di quel momento e luogo (oltre alla persone che hai davanti). Ecco alcuni consigli per dare il meglio.

LEGGI ANCHE >> Quanto tempo serve per trovare lavoro?

Valuta il contesto dell’azienda

Non tutti i luoghi di lavoro sono uguali. È importante quindi capire come vestirsi a seconda del luogo e circostanza, per non sentirsi fuori posto.

Quello che può aiutare è fare ricerche sull’azienda: esistono molti siti in cui è possibile vedere i pareri di ex dipendenti, ma anche visitare il sito dell’azienda stessa, osservando le varie foto.

In questo modo possiamo farci un’idea in che tipo di contesto stiamo per entrare.

Come linee guida, puoi seguire questi consigli:

  • STAGE IN LAVORI CREATIVI: in genere, per questo tipo di posizione c’è molta più libertà nell’indossare ciò che più ci rappresenta. Sappiamo bene che camicia bianca ben abbottonata, pantaloni neri e scarpe lucide possono non appartenere alla personalità di tutti. Negli ambienti creativi c’è in genere molta più flessibilità, più spazio alla creatività appunto. In questo contesto, non dimenticare però di mostrarti formale. Puoi però spezzare il tuo look con qualcosa di particolare che trasmette in tutto e per tutto chi sei davvero;
  • STAGE IN LAVORI D’UFFICIO: in questi casi si preferisce un dress code decisamente formale. Opta per colori classici e sobri, senza esplosioni di colori. Questi ambienti comunicano professionalità e sicurezza, e tu dovresti comunicare altrettanto con i tuoi vestiti;
  • STAGE IN LAVORI PROFESSIONALI/TECNICI: una via di mezzo tra il dress code d’ufficio e del creativo, in questi tipi di stage cerca di comunicare formalità ma in un look in cui ti senti a tuo agio. Non devi per forza portare un completo, poiché potrebbe risultare troppo formale.

L’importanza di comunicare se stessi vestendoci

Da cosa è determinata la prima impressione che le altre persone si fanno di noi? Da molti fattori: il modo di parlare (tono della voce, lessico, velocità, ecc), di muoverci, come entriamo dalla porta, come salutiamo, come siamo vestiti, come stiamo seduti, dalla stretta di mano. Questi e tantissimi altri fattori, in realtà.

In poco tempo, cerchiamo subito di inquadrare una persona, e spesso, se la prima impressione non è buona, sarà difficile far ricredere chi abbiamo davanti. Le seconde opportunità, insomma, molto spesso non sono in programma.

Il modo in cui vestiamo esprime chi siamo. Le persone non si vestono trasandate, se sono maniache della cura e viceversa. Se una mattina ci si sveglia di pessimo umore, non viene voglia di vestirsi con colori sgargianti.

Per un colloquio sarebbe sempre meglio mostrarsi in modo consono all’ambiente, ma anche mostrare chi siamo, per far capire alla persona che abbiamo di fronte cosa si può aspettare da noi.

Cosa indossare per un colloquio di stage dunque, senza però nascondere se stessi?

Come abbiamo detto prima, il completo o il tailleur non è per tutti quanti. Non esagerare con l’eleganza se sei una persona che preferisce il casual. La situazione è già ansiogena di per sé, non cercare di strafare, potresti solo aumentare il tuo disagio.

Come NON vestirsi ad un colloquio

Ora che abbiamo visto qualche consiglio su come vestirsi per un colloquio di stage, ecco cosa invece dovresti assolutamente evitare di indossare. Questo perché, a prescindere dal formalismo più o meno marcato del contesto, ti trovi comunque in una situazione professionale ed è dunque opportuno rispettare alcune “regole”. Dovresti evitare:

  • Sandali da spiaggia e infradito. Non sono eleganti e comunicano sciatteria e poca cura del contesto
  • Pantaloni a vita troppo bassa e biancheria in vista
  • Capi molto vistosi e da sera, con pailettes o elementi luminosi
  • Accessori e make-up eccessivi e look “da discoteca”

Alcuni consigli su come porsi ad un colloquio di stage

Ecco alcune dritte su come comportarsi ad un colloquio. Infatti, cosa indossare per un colloquio di stage, non è tutto: molto importante è tirare fuori la tua personalità e dimostrare che tu puoi fare la differenza in azienda, crescendo e facendo crescere gli altri

  1. Mostrati interessato per l’opportunità: fai ricerche prima per capire l’ambiente, il lavoro, le mansioni. Preparati anche delle domande intelligenti da porre
  2. Rispondi sempre educatamente e fatti cogliere preparato in caso di domande
  3. Mostra tutto quello che potrebbe farti guadagnare punti agli occhi del selezionatore. Se hai già avuto esperienze in altri stage, fallo presente ed esalta il tuo contributo negli altri contesti. In alternativa, può essere utile anche parlare di progetti universitari o di esperienze di volontariato
  4. Siediti in maniera composta e non incrociare le braccia sul petto: sederti in punta della sedia ad esempio denota che non vedi l’ora di andartene, le braccia incrociate invece esprimono totale chiusura

Su come vestirsi per un colloquio di stage ti abbiamo detto tutto, per oggi: non ci resta che augurarti buona fortuna!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali