informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è il diritto informatico e cosa disciplina

Commenti disabilitati su Cos’è il diritto informatico e cosa disciplina Studiare a Bologna

Quando parliamo di diritto informatico facciamo riferimento a quel complesso di normative che disciplinano i rapporti tra fornitori di apparecchiature e servizi informatici ed utenti finali.

Conoscere queste leggi è fondamentale per tutti coloro che ambiscono a lavorare nel mondo della sicurezza informatica, in Italia e non solo. In questa guida dell’Università Niccolò Cusano di Bologna faremo chiarezza sulla definizione di diritto informatico e di tutto ciò che rientra all’interno di questo ambito. In particolare, il diritto informatico ingloba sia principi giuridici generali (ne sono un esempio le garanzie sulle apparecchiature elettroniche), sia principi più specifici legati, ad esempio al diritto d’autore, alla proprietà intellettuale, alla brevettabilità del software, all’Open Source e alla sicurezza informatica.

Le normative possono cambiare da Paese in Paese: ecco le aree soggette a maggior regolamentazione e i principi guida normativi a cui fare riferimento.

Diritto informatico e internet: cosa c’è da sapere

Se sei uno studente di giurisprudenza a Bologna, vorrai sicuramente saperne di più sulle aree di competenza del diritto informatico. Questo argomento è estremamente attuale e dibattuto, soprattutto se facciamo riferimento a tematiche come il “governo di Internet”. La necessità primaria è proprio quella di trovare l’equilibrio normativo tra il rispetto della libertà di espressione e la tutela dei diritti di tutti. Altre tematiche che trovano molto spazio nel dibattito sul tema fanno riferimento alla privacy, alla proprietà intellettuale e alla criminalità informatica. Ecco di cosa stiamo parlando.

Una definizione di diritto informatico

Come abbiamo accennato, il diritto dell’informatica fa riferimento a tutte quelle leggi che regolano i comportamenti legati all’uso del computer e della rete. Si tratta di una disciplina molto ampia, che racchiude al suo interno una serie di sotto-discipline come, ad esempio, il diritto penale dell’informatica e il diritto tributario dell’informatica.

Ben diverso è il concetto di informatica giuridica, che spesso viene utilizzato come sinonimo. In realtà sono due concetti estremamente diversi: l’informatica giuridica fa infatti riferimento all’utilizzo del computer e dei mezzi informatici da parte dei giuristi. Dietro a questa definizione si intendono tutte quelle modalità di applicazione delle tecnologie informatiche e telematiche alla teoria e alla pratica del diritto.

A cosa fa riferimento il diritto informatico

Il diritto informatico abbraccia diverse tematiche soggette a regolamentazione.

Tra i temi più dibattuti vi è, ad esempio, quello relativo alla “proprietà intellettuale“, ossia il diritto di creatori e inventori di avere il monopolio sullo sfruttamento delle loro opere, tutelandosi dallo sfruttamento da parte di soggetti non autorizzati. Direttamente collegato a questo tema c’è quindi il copyright delle opere che circolano online e su supporti digitali, oltre alla questione relativa alla pirateria.

Le aree di interesse dei diritti di proprietà intellettuale sono essenzialmente marchi e brevetti; in Italia questa tutela normativa viene garantita dal “Codice della proprietà industriale” che raccoglie tutte le norme attinenti al campo dei brevetti e dei marchi.

Nel diritto informatico rientrano anche tutte quelle norme che stabiliscono principi a cui i computer e le reti devono sottostare: in particolare parliamo di attività come cracking, privacy e spamming (invio di posta indesiderata). Sono presenti anche normative  che riguardano, ad esempio, il commercio elettronico, la tassazione, la protezione del consumatore e la pubblicità.

Vi sono anche Stati che pongono regole sull’accesso pubblico a informazioni governative e accesso individuale a informazioni tenute da soggetti privati. In alcuni Paesi l’accesso a Internet o ad alcune piattaforme è anche limitato per legge.

Studiare diritto a Bologna: le opportunità Unicusano

Se stai pensando di iscriverti alla Facoltà di Giurisprudenza e di formarti su tutto ciò che riguarda la legge, il Corso di Laurea in Giurisprudenza Unicusano è la scelta ideale. Il Corso di Studi, di durata quinquennale, affronta diverse tematiche legate al mondo normativo, studiando a fondo il diritto in tutte le sue derivazioni.

Ciò che rende unica la formazione Unicusano è l’innovativa metodologia didattica adottata: la metodologia telematica. Grazie a questo approccio, potrai laurearti a Bologna e dintorni comodamente online, accedendo ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Nessun obbligo di frequenza fisica in sede: tutto ciò che dovrai fare è procurarti una connessione Internet stabile.

La laurea in giurisprudenza affronta anche le tematiche relative al diritto informatico, per offrirti una preparazione completa nel campo. Tematiche collaterali come la sicurezza informatica sono affrontate anche, ad esempio, nei nostri Master Universitari. Per iniziare la tua formazione con Unicusano, compila il form o chiama il numero verde 800.98.73.73

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali