informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Sindrome da burnout: cos’è, chi colpisce

Commenti disabilitati su Sindrome da burnout: cos’è, chi colpisce Studiare a Bologna

La sindrome da burnout, o anche solo burnout, è conosciuta anche come sindrome di “esaurimento emotivo”, spesso associata a determinate persone che ricoprono una posizione lavorativa a forte carico di stress.

Si tratta di un vero e proprio deterioramento psicofisico, portando a conseguenze molto gravi se non trattato per tempo. Questa malattia è sempre più diffusa nei paesi occidentali e occidentalizzati. Molto spesso viviamo situazioni in cui lo stress lavorativo è alto e veniamo spronati a dare il massimo sempre, anche in situazioni non adeguate e per lungo tempo. Quando questo accade per periodi di tempo prolungati, la mente a poco a poco comincia a lanciare piccoli segnali di allarme, per farci capire il limite.

Quando il posto di lavoro e/o il modo in cui si lavora presenta delle caratteristiche potenzialmente nocive, occorre fare molta attenzione, poiché il rischio di “esaurimento” potrebbe essere molto alto.

Se sei uno studente di psicologia o, semplicemente, sei interessato a queste tematiche in quanto operatore del settore, sarai sicuramente interessato a saperne di più sul burnout, su come si manifesta, su chi colpisce e su come avere una formazione dedicata sul tema. Vediamo la sindrome da burnout nel dettaglio.

Tutto quello che devi sapere sul burnout

Ma cos’è il burnout nello specifico? Quali sono le cause, i sintomi, come si cura ed eventualmente provenire questa sindrome data da esaurimento emotivo? Risponderemo a tutte queste domande, così da capire come riconoscerlo e come curarlo.

Burnout: che cos’è

La prima domanda a cui vogliamo rispondere è: Cos’è il burnout? Questa sindrome da esaurimento emotivo comune nel termine inglese burnout, si avvicina al termine “surriscaldamento”. Perché in effetti, accade proprio questo: come se il cervello si surriscaldasse e andasse in corto circuito, necessitando così delle cure per ristabilirsi.

Ma cosa provoca questo surriscaldamento? Una condizione di stress, non necessariamente esagerata, ma costante nel tempo tanto da divenire, a lungo andare, intollerabile. Questo stress avviene in determinati contesti lavorativi. L’esaurimento emotivo è la malattia che colpisce specialmente i lavoratori che ricoprono posizioni sanitarie e assistenziali, anche se in realtà, è ora associata a qualsiasi professione, specie se il lavoratore ricopre una posizione di responsabilità.

Sintomi del burnout

I sintomi del burnout possono riguardare diverse sfere della nostra vita. Per semplicità, possiamo dividerli in comportamentali, fisici e psichici. È una patologia subdola che spesso non si conosce e non è riconosciuta nel giusto modo. Per questo motivo, tali sintomi tendono ad arrivare agli estremi prima di capire che qualcosa non va. Vediamoli insieme.

SINTOMI COMPORTAMENTALI

  • Assenza dal lavoro, poiché la persona è priva di voglia e motivazione
  • Isolamento sia sul lavoro che nella vita sociale
  • Stanchezza e nervosismo tutto il giorno, con evidente affaticamento dopo il lavoro
  • Guardare frequentemente l’orologio
  • Fuga dalle relazioni
  • Difficoltà a scherzare sul lavoro, talvolta anche solo sorridere
  • Perdita dell’autocontrollo
  • Conflitti coniugali e famigliari
  • Predisposizione o sviluppo di una dipendenza (tabagismo, uso di farmaci e/o sostanze psico-attive, alcol)

SINTOMI FISICI

  • Spossatezza
  • Dolori a parti del corpo (specialmente alla schiena, viscerali, al petto, cefalea)
  • Diarrea
  • Mancanza di appetito e nausea
  • Vertigini
  • Alterazioni dei cicli veglia-sonno (voglia costante di dormire o insonnia)
  • Fiato corto
  • Crisi di pianto incontrollabili

SINTOMI PSICHICI 

  • Continua tensione e irritabilità
  • Cinismo e demoralizzazione
  • Depersonalizzazione (la sensazione ricorrente di scollegamento dal proprio corpo o pensieri, come se si stesse osservando la propria vita dall’esterno)
  • Frustrazione e fallimento
  • Poca produttività e interesse verso il proprio lavoro, con atteggiamento apatico verso tutto
  • Reazioni negative verso familiari e colleghi, distacco emotivo

Nei casi più gravi si incontra anche la depressione.

Cause del burnout

Le cause del burnout non sono uguali per tutti e sono una combinazione di vari fattori che, a lungo andare, deteriorano la persona. Le cause possono essere a livello individuale sia a livello organizzativo.

Queste sono le cause del burnout più frequenti:

  • Sovraccarico di lavoro
  • Assenza di controllo
  • Gratificazioni insufficienti
  • Mancanza di imparzialità e di merito nell’ambiente lavorativo
  • Valori contrastanti con l’organizzazione
  • Scarsa remunerazione
  • Eccessivo bisogno di affermazione lavorativa
  • Lavoro monotono e ripetitivo
  • Conflitti con colleghi e/o superiori

Burnout: come uscirne

L’esaurimento emotivo è un problema da non sottovalutare: di questo te ne sarai fatto un’idea. È nocivo per la persona malata ma anche per chi le sta attorno. Dunque, la domanda è: come guarire dal burnout? Esiste un trattamento specifico?

Spesso chi è afflitto da sindrome da burnout non se ne rende conto o meglio, non sa dare un nome a questa patologia e non capisce che si tratta di un vero e proprio disturbo. Il primo passo pertanto è creare una consapevolezza del problema. Chi ne soffre, deve riconoscere ciò che ha provocato l’esaurimento emotivo, dunque le cause del burnout.

Non solo: occorre capire anche quali siano le relazioni tra il proprio comportamento e la propria esperienza, le dinamiche nella vita privata e lavorativa. Solo così si avrà un quadro completo del problema. In seguito, ciò che sarà necessario fare è modificare questi comportamenti con l’aiuto di uno psicoterapeuta. L’obiettivo della terapia è aiutare la persona a gestire i vari sintomi, esaminando la realtà, capendo il proprio ruolo, ripristino di un equilibrio. A seconda della gravità del caso, si prolungherà la terapia e cambierà il metodo.

Conoscere il Burnout: Master Unicusano

Se svolgi una professione educativa o socio-assistenziale, è estremamente importante conoscere a fondo le dinamiche relazionali e la gestione del burnout. Per questo l’Università Niccolò Cusano propone il Master I Livello in Didattiche e Strumenti Innovativi – Dinamiche relazionali e Gestione del Burnout, rivolto a tutti coloro che si occupano di relazioni e di aiuto: educatori, psicologi, assistenti sociali.

Iscrivendoti al Master potrai potenziare la consapevolezza e la comprensione delle tue emozioni, accrescendo la conoscenza delle difficoltà e dei disagi inerenti il tuo contesto lavorativo al fine di accrescere la capacità di contenimento nella relazione educativa, il benessere, la qualità deli processi educativi e dei servizi erogati.

Durata e organizzazione

Il Master ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 60 cfu. Il Master si svolgerà in modalità aula / e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24. Potrai dunque accedere alle lezioni sulla nostra piattaforma online, scaricando il materiale didattico di supporto allo studio e visionando le videolezioni.

Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti.

Tematiche affrontate

Il Master affronta diverse tematiche, tra cui:

  • Le emozioni nel gruppo lavoro (intelligenza emotiva, natura delle emozioni, empatia)
  • Lo sviluppo sociale
  • Il disagio nel contesto scolastico/lavorativo
  • La gestione del disagio emozionale nel gruppo di pari
  • Competenza e relazione di aiuto

Saranno inoltre parte del programma anche workshop e seminari.

Per iscriverti, compila il form per essere ricontattato.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali