informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono gli stili di citazione: una panoramica

Commenti disabilitati su Quali sono gli stili di citazione: una panoramica Studiare a Bologna

Stai scrivendo la tua tesi di laurea e vuoi sapere quali sono i vari stili di citazione?

In questa guida troverai tutte le informazioni riguardo gli stili di citazione, quali sono i più adatti e come riportarli in modo adeguato.

Ma prima di tutto, sai cos’è uno stile di citazione? Con questo termine si intende un insieme di regole che ci guidano alla corretta citazione delle fonti e delle referenze bibliografiche di cui ci siamo avvalsi durante la stesura del testo accademico.

Infatti, quando si utilizzano le idee o le teorie elaborate da qualcun altro, o si trascrivono (o si fa la parafrasi) qualsiasi fonte esterna (sia essa libro, sito web, rivista ecc) bisogna anche citare l’autore di tale fonte. Non farlo significherebbe appropriarsi di un’idea altrui e quindi commettere un plagio punibile per legge.

Perché esistono tanti modi per redigere la bibliografia?

Ogni tipologia segue istruzioni precise stabilite da associazioni scientifiche e case editrici in base all’ambito disciplinare di riferimento.

Tutti gli stili di citazione per imparare a scrivere nel modo giusto la bibliografia

Scrivere la bibliografia è obbligatorio se non vuoi rischiare il plagio: farlo nel modo corretto è altrettanto fondamentale. Esistono vari modi per citare le fonti nella tua tesi di laurea, e come abbiamo detto, si sceglie il metodo corretto a seconda della facoltà che si frequenta.

Scopriamo i vari stili di citazione e come si riportano correttamente.

Stile APA: discipline psicologiche-sociali

Lo stile di citazione APA viene utilizzato soprattutto nelle discipline di scienze sociali e psicologiche.

APA è l’acronimo di American Psychological Association, l’associazione che lo ideò. Nel testo la fonte è citata in forma abbreviata, mentre nei riferimenti bibliografici in forma completa.

Pertanto, nel testo sarà:

citazione (Nome Cognome, anno).

Nei riferimenti bibliografici invece:

Cognome, N. (anno). Titolo. Sottotitolo. Luogo: Casa editrice.

Stile di citazione Harvard: discipline economiche

Lo stile Harvard è usato soprattutto in ambito economico. In questo caso, nel testo sono citati autore e data di pubblicazione.

Il nome e la data vanno messi tra parentesi (fa eccezione nel caso in cui si menziona il cognome dell’autore nel testo).

Poi, la citazione deve essere trascritta per esteso e messa alla fine in elenco della bibliografia in ordine alfabetico.

Se l’autore non è specificato, basta fare riferimento alla prima parola dell’opera. In caso di più opere scritte dal medesimo autore, si citano in ordine cronologico di pubblicazione.

La struttura sarebbe questa:

NOME COGNOME (anno) – Titolo opera, casa editrice, luogo di pubblicazione, n° delle pagine totali.

Stile di citazione Vancouver: discipline biomediche

Risalente agli anni ‘70, lo stile Vancouver è utilizzato in ambito medico e si basa sul sistema numerico. Ciò significa che la fonte non viene citata nel testo, ma solo ed esclusivamente in una nota bibliografica.

Pertanto, lo stile Vancouver risulterà in questa maniera:

Nel testo, accanto alla citazione, compare un numero, che riporta alla nota bibliografica scritta in questo modo:

Cognome E lettera iniziale del Nome. Nome Opera. Luogo di pubblicazione: casa editrice; data di pubblicazione.

Bibliografia con stile Chicago: discipline umanistiche e ingegneristiche

Lo stile Chicago, che deve il suo nome al The Chicago Manual of Style ed è utilizzato per le discipline umanistiche, ma anche nell’ambito informatico e nell’ingegneria elettronica.

Questo stile ha un sistema di notazione con due varianti, A (per il settore umanistico) e B (per il settore tecnico scientifico):

  • Chicago A: la fonte completa viene indicata in una nota a piè di pagina e in bibliografia. Nella nota a piè di pagina scriverai Nome Cognome, Titolo (Città: Casa Editrice, anno), Pagina/e citate. Nella bibliografia invece Cognome, Nome. Titolo. Città: Casa Editrice, anno.
  • Chicago B: la fonte viene indicata in forma abbreviata nel testo e poi completa nella bibliografia. Dunque, nel testo: (Cognome autore/i anno, pagina della citazione). Nella bibliografia: Cognome, Nome. Anno. Titolo. Città: casa editrice.

Riferimenti bibliografici con lo IEEE: discipline ingegneristiche

Anche lo stile IEEE è utilizzato per le discipline tecniche come il Chicago B.

Questo stile di cilazione è stato ideato dall’Institute of Electrical and Electronics Engineers e ora vediamo come viene strutturato.

Nel testo, dopo la citazione, andrà messo un numero progressivo: es. [1]

Nella bibliografia, le note saranno elencate in ordine di apparizione:

[1] Nome Cognome, nome dell’opera, luogo di pubblicazione: casa editrice, anno di pubblicazione.

Stile Oscola: discipline giuridiche

Lo stile OSCOLA, acronimo di Oxford University Standard for Citation of Legal Authorities, è quello usato in ambito giuridico. Se sei iscritto alla facoltà di giurisprudenza a Bologna e stai preparando la tesi, dunque, tieni a mente questo stile di citazione.

Nelle note a piè di pagina:

1 Nome Cognome, nome dell’opera (casa editrice, anno) numero di pagina.

Nella bibliografia:

Nome Cognome, nome dell’opera (casa editrice, anno).

Stile di citazione MLA: discipline linguistiche

Lo stile di citazione MLA, acronimo di Modern Language Association, si utilizza in ambito linguistico.

Nelle note, occorre citare in questa maniera:

(Cognome autore pagina-e)

Mentre nella bibliografia:

Cognome, Nome. Titolo dell’opera. Luogo di pubblicazione: casa editrice, anno di pubblicazione. Formato del documento

Sugli stili di citazione abbiamo detto proprio tutto, per oggi: non ci resta che augurarti in bocca al lupo per la tua tesi di laurea.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / sinseeho

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali