informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come capire cosa fare nella vita: ecco 6 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come capire cosa fare nella vita: ecco 6 consigli da seguire Studiare a Bologna

Come capire cosa fare nella vita? Questa è sicuramente una delle domande che ti sarai posto subito dopo il diploma, mentre sceglievi il corso di laurea giusto per te, oppure subito dopo il conseguimento del titolo.

Se non sai come trovare la tua strada, sei nel posto giusto: in questa guida dell’Università Niccolò Cusano ti daremo una serie di consigli su cosa fare nella vita e come capire le tue aspirazioni.

La situazione di non sapere cosa fare dopo il raggiungimento di un traguardo, come ad esempio al laurea, si applica a tutti noi, a qualsiasi età e nelle diverse fasi della nostra vita.

A seconda della fase della nostra vita in cui si presenta questo dubbio, le risposte o le soluzioni possono essere differenti: ad esempio, un giovane laureato si concentrerà sulla risposta a questa domanda in relazione al suo futuro e scegliendo la carriera giusta.

Se “non so cosa fare nella mia vita a 20 anni” è il pensiero che ti fai più spesso, continua nella lettura: ecco una serie di consigli utili per ritrovare la bussola.

Ecco come trovare la propria strada a 30 anni, 20 o qualunque altra età

Abbiamo vissuto tutti quel momento in cui non riusciamo a capire esattamente cosa vogliamo fare con le nostre vite. Può arrivare quando hai 18 anni o quando hai 50 anni, ed è sempre un processo difficile da superare. Non disperare, però: ecco alcuni modi per aiutarti a capirlo.

LEGGI ANCHE – Sindrome dell’impostore: che cos’è e come superarla

trovare la propria strada

Risveglia la tua mente

Molto spesso le situazioni che ci pone davanti la vita non sono prevedibili: non esistono regole da seguire e dobbiamo lavorare sodo per definire il nostro percorso.

Svegliare le nostre menti per accettare la realtà, abbracciare il cambiamento e l’imprevedibilità della vita, è un passo verso la scoperta di ciò che dobbiamo fare nel futuro.

Se ti stai chiedendo come capire cosa fare nella vita, dovrai abbandonare quelle che definiamo “convinzioni limitanti“: se dobbiamo prendere decisioni o scelte importanti nella nostra vita, il nostro cervello rischia di paralizzarsi, perché ci sentiamo sopraffatti e scegliamo la soluzione più semplice, ovvero non fare nulla.

Il non agire, però, porta all’insoddisfazione e alla mancanza di fiducia verso le tue possibilità. È difficile seguire il tuo cuore, superare le tue convinzioni limitanti e trovare il tuo potere, ma puoi farlo attraverso piccoli passi, purché tu agisca.

Abbandona la zona di comfort

La zona di comfort è quel “posto” in cui ti senti sicuro e tranquillo, lontano da ogni rischio.

Forse non sai cosa vuoi fare perché non hai ancora provato a rischiare un po’ e a lasciarti andare.  Non saprai se le tue intenzioni sono vere o meno fino a quando non esci e inizi a sperimentare e ad andare oltre i tuoi limiti.

Facendo un passo al di fuori della tua zona di comfort, sarai sorpreso da quanto riuscirai ad apprezzare te stesso per il tuo coraggio e per la tua determinazione.

Scrivi un “manifesto” per te stesso

Anche se può sembrarti un’idea bizzarra, mettere su carta i tuoi principi e le tue aspirazioni può aiutarti a delineare la tua carriera o il tuo percorso di vita.

Per iniziare:

  • Scegli i tuoi argomenti: scegli alcuni argomenti su cui concentrarti e rendili il più specifici possibile. Interrogati su temi come il numero di ore settimanali in cui vorresti lavorare, se vuoi un ufficio in città o punti allo smart working e così via. Questo ti aiuterà a restringere il campo e a capire la tipologia di occupazione che vorresti;
  • Stabilisci i tuoi principi: metti su carta le tue convinzioni e intenzioni e stabilisci i principi guida della tua vita;
  • Usa un linguaggio forte e affermativo: scegli un linguaggio affermativo e parla al presente scrivendo, ad esempio, “io sono”.

Il fine ultimo di questo manifesto personale è capire veramente cosa ti interessa, come percepisci te stesso e come vuoi agire nel futuro. Non è sempre una chiave per capire esattamente cosa vuoi fare della tua vita, ma è un ottimo punto di partenza per capire almeno come affrontare i primi step; perciò, prendi carta e penna e metti per iscritto ciò che credi.

Ascolta e osserva gli altri

Se quello che pensi più spesso è “ho 23 anni e non so cosa fare nella vita“, potresti sorprenderti delle cose che potresti imparare ascoltando le persone che ti sono accanto, ma anche chi ce l’ha fatta prima di te.

Se ascolti attentamente le persone, otterrai informazioni sulle motivazioni, speranze, sogni e ambizioni che animano le loro vite. Quando metti insieme tutto questo, puoi imparare qualcosa in più sul percorso che ha condotto queste persone dove sono oggi e anche a capire se quella è una strada su cui vorresti essere.

Un altro modo per osservare gli altri è leggere le biografie e le storie di grandi uomini, per capire come hanno vissuto le loro vite, le loro filosofie di vita e come hanno superato le  sfide di ogni giorno. Il libro di Nelson Mandela potrebbe essere un esempio.

Datti degli obiettivi

Abbiamo detto che se vuoi sapere cosa fare nella vita, la prima cosa da fare è abbandonare le convinzioni limitanti e agire senza cadere nell’immobilismo.

Il primo passo da intraprendere è darti degli obiettivi a breve termine, così da essere costretto ad agire subito. Prendi un foglio e scrivi tre obiettivi che vorresti raggiungere in 30 giorni.

Questi obiettivi potrebbero essere, ad esempio:

  • Iniziare un programma di alimentazione sana e perdere 2 kg
  • Iscriversi in palestra e iniziare l’allenamento per correre una maratona in 6 mesi
  • Trascorrere un fine settimana in montagna per ritrovare l’ispirazione

Raggiungere questi tre micro obiettivi ti aiuterà ad avere più fiducia in te stesso e nelle tue capacità, perché i piccoli passi contano e servono per sbloccarti nell’azione.

Scopri le tue passioni

Scoprire chi sei davvero, quali sono le tue passioni e cosa vuoi fare della tua vita è la chiave della felicità.

Chiaramente, questo approccio è strettamente correlato ai passi precedenti di cui abbiamo parlato: per scoprire le tue passioni è infatti necessario abbandonare le convinzioni limitanti.

Per andare avanti devi lasciare andare il tuo passato e abbracciare il cambiamento. Avere una visione della vita, conoscere il tuo scopo e il modo in cui vuoi vivere il tuo futuro sono le fondamenta per costruire la convinzione in te stesso, la tua fiducia, la capacità di recupero, il coraggio e la responsabilità.

Non sempre saprai prendere la decisione giusta nella vita, ma se hai ben chiaro lo scopo e la visione, quando si verificano situazioni di dubbio,  non sarai paralizzato dalla paura di non sapere cosa fare, lo coglierai come un’opportunità per sperimentare la vita.

Un buon modo per capire quali sono i tuoi interessi è quello di ascoltarti e i impostare e raggiungere 3 obiettivi in ​​1 mese di cui abbiamo parlato prima.

In questo modo riuscirai a superare i tuoi blocchi, a capire come riconoscere te stesso, il tuo scopo e le tue passioni.

Chiaramente capire chi sei e dove vuoi arrivare è un viaggio difficile e impegnativo, ma ricco di gratificazioni. Al termine di questo viaggio, saprai cosa devi fare nella tua vita e le azioni che devi compiere per arrivarci.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali