informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Qual è la migliore musica per studiare matematica?

Commenti disabilitati su Qual è la migliore musica per studiare matematica? Studiare a Bologna

Molti studiosi concordano sul fatto che ascoltare musica aiuti ad aumentare la concentrazione e alleviare lo stress. Durante i tuoi pomeriggi di studio, ascoltare una musica in sottofondo potrebbe davvero aiutarti a fissare meglio i concetti e ritrovare la concentrazione di cui hai bisogno, soprattutto se affronti discipline come la matematica.

Tuttavia, c’è da dire che esistono, nell’ambito della comunità scientifica, posizioni discordanti sull’effetto che la musica può avere durante lo studio. Ciò che possiamo dire è che la musica può avere effetti sia positivi che negativi sullo studio, a seconda dello studente e del tipo di musica.

Se vuoi capirne di più sull’argomento e sapere qual è la migliore musica per studiare matematica, continua nella lettura di questa guida.

Musica e concentrazione nello studio: cosa devi sapere

Avere una routine di studio è fondamentale per massimizzare i risultati. Spesso una seduta di studio può durare molte ore e richiedere una grande dose di motivazione e di concentrazione: come fare per assicurarti tutto questo? Beh, potresti sperimentare le playlist per concentrarti e capire se hanno un buon effetto sulla tua mente. Ecco tutto quello che devi sapere sulla musica per studiare.

Musica durante lo studio: quali benefici?

Se hai davanti a te un esame di matematica da superare, ti starai sicuramente chiedendo se esista un aiuto per la tua concentrazione. Oltre ad un solido metodo di studio universitario, anche la musica potrebbe entrare a pieno titolo nella tua routine. Ma quali possono essere gli effetti benefici della musica sulla nostra mente?

Stando alle principali ricerche sul campo, è ormai noto il cosiddetto “Effetto Mozart“: secondo i promotori di questo approccio, l’ascolto della musica del compositore austriaco Wolfgang Amadeus Mozart renderebbe le persone più intelligenti e attente. Volendoci basare su questo principio, i benefici della musica sullo studio possono essere:

  • Abbattimento dell’ansia e dello stress: avere una musica rilassante in sottofondo aiuterebbe ad alleviare le tensioni e a sgombrare la mente dalle preoccupazioni
  • Più concentrazione:  la musica fornisce la giusta motivazione, con conseguente miglioramento dell’umore
  • Più resistenza: per alcuni studenti, la musica può rafforzare la memoria, aiutando a fissare meglio i concetti.

Quali svantaggi?

Se, da una parte, gruppi di scienziati sostengono l’effetto Mozart, dall’altra c’è anche chi dice che la musica non aiuterebbe affatto a studiare meglio. Secondo altre ricerche, la musica porterebbe gli studenti a distrarsi dall’obiettivo di studio preposto, generando svantaggi come:

  • Minore efficienza durante la lettura e la scrittura: gli studenti che ascoltano musica immagazzinerebbero meno informazioni rispetto a quelli che studiano in silenzio
  • Meno comprensione del testo: la musica ad alto volume e i rumori di sottofondo avrebbero un impatto negativo sulla comprensione di ciò che leggi

Cosa fare?

Se, da una parte, c’è chi promuove l’impiego della musica durante lo studio, dall’altra ci sono anche gruppi di specialisti che ne sconsigliano l’ascolto. Cosa fare, quindi? La soluzione ideale è testare. Proprio come succede con i metodi di studio, anche le condizioni contestuali possono essere testate e sperimentate. Le migliori condizioni per lo studio possono variare da persona a persona: ecco perché è importante provare e capire se, effettivamente, la musica ti aiuta o ti distrae.

Ma vediamo ora qual è la migliore colonna sonora per il tuo studio.

Quale musica ascoltare? Guida alle playlist per lo studio della matematica

Se hai deciso di provare a studiare con un sottofondo musicale, ci sono alcuni aspetti che dovresti considerare. Anzitutto non tutta la musica va bene per studiare: ci sono alcuni generi preferibili e altri da evitare.

Ad esempio, sembrerebbe che i migliori benefici siano offerti dalla musica classica: oltre al già citato Mozart, potresti preparare una playlist con la musica di grandi compositori del passato (ad esempio Bach, Strauss, Beethowen), ma anche più attuale, magari inserendo pianisti come Allevi.

Anche i rumori della natura sono stimolanti durante lo studio: potresti sperimentare suoni come onde che si infrangono, rumore del vento tra gli alberi, suono dell’acqua delle cascate.

In generale, la musica adatta per studiare è:

  • Con un ritmo rilassante
  • Senza parole

Playlist da ascoltare

Ora è il momento di passare alle playlist da ascoltare per studiare matematica. Se il tuo obiettivo è aumentare la concentrazione e la memorizzazione, vediamo subito come costruire una playlist perfetta.

Playlist 1 – Mozart

  • Concerto per pianoforte n. 11 in fa magg. – K 413 di W.A. Mozart
  • Concerto per pianoforte n. 12 in la magg. – K 414 – W.A. Mozart
  • Concerto per pianoforte n. 13 in do magg. – K 415 – W.A. Mozart
  • Sonata per pianoforte n. 13 in Si bemolle maggiore K 333 – W.A. Mozart
  • Serenata in si bemolle mag K 361 (K 370ª) – W.A. Mozart
  • Serenata in Do min K 388 (K 384ª) – W.A. Mozart
  • Sonata per pianoforte n. 1 in Do maggiore (K 279) – W.A. Mozart

Playlist 2- Musica Classica

  • Notturno – Chopin
  • Sinfonia n.9 – L.V. Beethoven
  • Sinfonia n. 7 in La maggiore, op. 92 (1812) – L.V. Beethoven
  • Sinfonia n. 8 in Fa maggiore, op. 93 (1813) – L.V. Beethoven
  • Sinfonia n. 9 in re minore, op. 125 “Corale” (1824) – L.V. Beethoven
  • Concerto per pianoforte n. 12 in la magg. – K 414 – W.A. Mozart
  • Concerto per pianoforte n. 13 in do magg. – K 415 – W.A. Mozart

Playlist 3 – Classica bis

  • Magic Flute Overture – W.A. Mozart
  • Violin Concerto in G minor, RV 315 ‘Summer’ – I. Allegro -A. Vivaldi
  • Violin Concerto in G minor, RV 315 ‘Summer’ – II. Adagio -A. Vivaldi
  • Violin Concerto in G minor, RV 315 ‘Summer’ – III. Presto -A. Vivaldi
  • Prelude no1 in C Major BWV 846 – Bach
  • Hungarian Rhapsody No. 4 in E-flat major – Liszt
  • The Nutcracker Suite – Act I, No.3. Dance of the Sugar Plum Fairy – Tchaikovsky

Studiare meglio con Unicusano: tre consigli extra

Ora che abbiamo visto qual è la musica migliore per studiare matematica, ecco alcuni consigli extra per concentrarti e dare il massimo di te durante la sessione di apprendimento.

  • Organizza il tuo studio: procedi con lo studio in modo organizzato. Non c’è niente di più efficace di un metodo di studio: in questo modo potrai pianificare al meglio gli esami, prepararti in tempo per sostenerli e capire qual è l’approccio migliore per te
  • Datti degli obiettivi: uno dei modi migliori per rimanere concentrato è darti degli obiettivi. Gli obiettivi possono essere giornalieri, settimanali e mensili. L’importante è che tu sappia esattamente cosa devi fare ogni giorno per poterti preparare al meglio per un esame. Per avere ancora più motivazione, concediti una ricompensa ogni volta che raggiungi un obiettivo
  • Integra delle pause: le pause sono importanti nello studio. Per questo ti consigliamo di prevedere sempre dei momenti di stop durante la giornata, a cui dedicarti a te stesso e ai tuoi affetti. Una passeggiata nel verde, un hobby da coltivare, un aperitivo: qualunque momento può essere fondamentale per staccare la spina e riprendere lo studio con più entusiasmo di prima

Ora non ti resta che sperimentare e capire se la musica ha effetti positivi sul tuo studio.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali