informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Team working: cos’è e a cosa serve nel lavoro (e nello studio)

Commenti disabilitati su Team working: cos’è e a cosa serve nel lavoro (e nello studio) Studiare a Bologna

Il team working, traduzione inglese di lavoro di gruppo, è una delle caratteristiche che portano al successo centinaia di aziende.

Nella tua carriera di studente universitario, ti sarà sicuramente capitato di lavorare in gruppi con i tuoi colleghi di corso e avrai notato quanto il gioco di squadra sia in grado di massimizzare i risultati ottimizzando gli sforzi.

Che cos’è il team working, dunque, e in che modo può portare un’organizzazione a raggiungere determinati obiettivi? Vediamo perché lavorare in team è importante e come fare per sviluppare questa abilità importante nel mondo professionale.

Quello che devi sapere per imparare a lavorare in team

L’abilità a lavorare in gruppo è una delle soft skills più richieste dalle aziende di oggi. Ecco in che modo fare teambuilding e rafforzare l’identità di gruppo può contribuire a rafforzare l’azienda e a migliorare la produttività.

LEGGI ANCHE – Comunicazione verbale e non verbale: come sfruttarla al meglio

Che cos’è il team work?

Iniziamo la nostra guida sul team working cercando di capire che cos’è e in che modo questa caratteristica può essere cruciale nelle aziende, ma anche nella tua carriera accademica.

Il team working è fondamentale per rendere una realtà lavorativa un luogo in cui creare collaborazioni reciproche ed instaurare relazioni improntate ad uno spirito solidale.

Senza la coesione tra colleghi, si possono alimentare litigi e gelosie che fanno male all’organizzazione e allontanano la squadra dal raggiungimento di obiettivi comuni.

Il concetto di gruppo

Per definire il concetto di gruppo, utilizziamo un modello semplice ma efficace: il modello dell 5 C. In un gruppo affiatato devono convivere queste 5 “C”:

  1. Complementary (complementare): ogni parte della squadra ha il controllo su una determinata parte del progetto. Ognuno ha delle competenze complementari, tutte utili per svolgere il lavoro assegnato
  2. Coordination (coordinamento): ogni gruppo, con la guida di un leader, dovrebbe agire in maniera organizzata con l’obiettivo di far avanzare il progetto, senza mai entrare in competizione
  3.  

    Communication (comunicazione): la capacità di team working sta soprattutto nella capacità di comunicare al meglio tra i membri della squadra, ascoltandosi attivamente senza sovrapporsi

  4. Confidence (fiducia): senza la fiducia non può esistere un buon lavoro. Ogni membro del team deve avere piena fiducia nell’altro, anteponendo il successo di squadra a quello personale
  5.  

    Commitment (impegno): ciascun componente della squadra  deve impegnarsi a dare il meglio di se stesso e a fare ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi comuni.

LEGGI ANCHE – Come superare la paura di parlare in pubblico

Teambuilding

Per acquisire la capacità di team working e rafforzare il team, si ricorre ad un processo molto importante nelle aziende: il teambuilding.

Il teambuilding consiste proprio nella costruzione, passo dopo passo, di un team sempre più affiatato, lavorando sulle dinamiche di gruppo. 

Questo passaggio è molto importante, soprattutto se sei un neolaureato Unicusano in cerca di un’occupazione: sviluppare una predisposizione al lavoro di squadra è molto ben accetto dalle aziende, piccole o grandi che siano.

Per teambuilding intendiamo tutte quelle metodologie nate e sviluppate per lavorare sui gruppi ed in particolare su team di lavoro task-oriented. La sua attività si focalizza nello sviluppo delle competenze distintive di un’azienda andando a creare un senso di identità su ogni componente del gruppo di lavoro.

Vediamo ora quali sono tutti i passaggi da fare per rafforzare l’identità di un gruppo e in che modo puoi comportarti per essere parte integrante di una squadra.

Promuovere il lavoro di squadra

Che cosa può essere fatto per alimentare il team working a scuola o nel lavoro? Vediamo alcune delle attività possibili e il modo in cui potresti comportarti per cogliere tutte le opportunità.

  • Lanciare una sfida: il tuo datore di lavoro potrebbe lanciare una sfida e chiedervi di lavorare in squadra, stabilendo obiettivi comuni raggiungibili solamente con gli sforzi di tutti. Come comportarti? Cogli questa opportunità mostrando le tue competenze, ma senza essere presuntuoso o sovrastando gli altri. Svolgi le tue mansioni, ascolta la squadra e allena il tuo senso di empatia
  • Orientare al risultato: la tua azienda potrebbe decidere di lavorare basandosi sul raggiungimento di un risultato. Il lavoro non è più fatto di compiti fini a se stessi, ma di responsabilità volte ad arrivare ad un traguardo specifico. Come comportarti? Se la tua azienda ha questa visione, metti al centro di tutto l’obiettivo da raggiungere e coordinati con gli altri per raggiungerlo. Ognuno deve avere i suoi compiti e un tempo massimo per terminarli. Se serve aiuto ad un collega, non tirarti indietro: di solito più dai, più ricevi
  • Promozione dell’apprendimento: l’apprendimento e la conoscenza sono i principi più importanti per molte aziende. I corsi per lavorare meglio sono importanti occasioni da sfruttare per trarre il meglio da te stesso e i tuoi colleghi. Come comportarti? Tutti hanno qualcosa da insegnare: sii come una spugna e assorbi tutto quello che può essere utile per migliorarti dai tuoi colleghi. Allo stesso tempo, non essere avaro e condividi con gli altri quello che sai. L’aiuto reciproco è il modo migliore per potenziare il team e crescere professionalmente.

 

Hai le idee più chiare sul team working e sul perché è così importante all’università e nel lavoro?

Siamo certi che, grazie ai consigli dell’Università Niccolò Cusano, riuscirai a raggiungere traguardi sempre più ambiziosi sfruttando il potere del lavoro in team.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali