informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scienze politiche vs scienze della comunicazione: quali sono le differenze?

Quali sono le differenze tra scienze politiche e scienze della comunicazione?

Se sei alla ricerca della facoltà più giusta per te, una delle prassi comuni per fare mente locale è cercare informazioni su quelle che senti più compatibili con te. Tuttavia, non è sempre semplice, poiché alcune hanno dei percorsi di studio e delle discipline comuni e sono molto vicine. O, peggio ancora, le persone che ci stanno attorno tendono a confondere le facoltà dandoci informazioni sbagliate.

Molte volte infatti, non essendo abbastanza informate, le persone tendono a confondere le facoltà ritenute “affini”, spesso credendo si tratti sostanzialmente della stessa cosa.

Ovviamente, non è affatto così, specie se parliamo di scienze politiche e scienze della comunicazione, poiché entrambe hanno differenze sostanziali, nonostante siano di stampo umanistico.

Differenze come le discipline affrontate e gli sbocchi lavorativi che queste facoltà offrono.

Scienze politiche e scienze della comunicazione: cosa cambia?

Vuoi scoprire meglio le differenze tra scienze politiche e scienze della comunicazione?

Presto scoprirai le caratteristiche dell’una e dell’altra, con relative difformità.

Solo così potrai scegliere in modo sicuro qual è il percorso di studi più adatto alle tue aspirazioni!

Cosa aspettarsi da queste facoltà?

Quando si parla di scienze della comunicazione, si intende l’insieme di quelle discipline sociali che studiano la comunicazione umana.

Esse osservano e si approcciano ai diversi fenomeni comunicativi che avvengono ogni giorno, in ogni parte del mondo.

Parliamo quindi dello studio delle scienze del linguaggio, ovvero degli aspetti della comunicazione interpersonale. Ma anche lo studio delle comunicazioni di massa (ovvero di diversi media), la comunicazione pubblica, la comunicazione sociale e d’impresa.

Mentre le scienze politiche sono tutte quelle discipline che osservano e studiano i fenomeni politici in tutte le sue sfumature.

Le discipline affrontate sono diverse

Ora che ti abbiamo spiegato in cosa consistono le singole facoltà, vediamo quali discipline dovrai affrontare in una e nell’altra.

Le discipline comuni di scienze della comunicazione sono:

  • Diritto dei media
  • informatica
  • istituzioni di economia
  • linguistica e semiotica
  • psicologia cognitiva
  • scienza politica
  • letteratura
  • marketing
  • sociologia e sociologia della comunicazione
  • statistica sociale
  • storia e tecniche della comunicazione (multimediale, pubblica, pubblicitaria, giornalistica) arte e spettacolo, e storia dell’arte

Mentre, le discipline di scienze politiche:

  • diritto pubblico e privato
  • economia politica, economica e pubblica
  • scienza delle finanze e contabilità pubblica
  • management pubblico
  • scienza politica
  • relazioni internazionali
  • sociologia e metodologia della ricerca sociale
  • storia delle dottrine e delle istituzioni politiche
  • storia
  • filosofia politica (e altre)
  • geografia antropica
  • statistica e demografia

Gli sbocchi lavorativi sono differenti

Il percorso di laurea in scienze della comunicazione prepara gli studenti e le studentesse a lavorare in ambiti in cui la comunicazione ha un ruolo particolarmente rilevante. Pensiamo quindi alla comunicazione d’impresa (ad esempio le pubblicità) o quella pubblica, o a studiare sulle criticità della società dell’informazione.

Alla fine di questo percorso, l’esperto in materie di comunicazione, potrà lavorare in molteplici ambiti, dal pubblico al privato e nel non profit.

Potrà lavorare nei media, nel marketing, nell’editoria (digitale e non) negli uffici stampa e giornalismo, ma anche nell’organizzazione di eventi.

Parlando invece del percorso di laurea in scienze politiche, anche qui gli sbocchi occupazionali sono davvero tanti e vari.

Tra gli ambiti principali abbiamo la politica, e quindi ricoprire ruoli come politico o ambasciatore o assistente parlamentare; oppure nel settore dell’insegnamento; e in ultimo, nel campo dei media e giornalismo.

Conclusioni

Quindi, come abbiamo potuto vedere, entrambe le facoltà affrontano materie umanistiche e rivolte, in parte, ad aspetti della comunicazione.

Proprio per questo, come sbocco professionale, entrambe hanno in comune il settore dei media e giornalismo, poiché forniscono basi per uno sviluppo del pensiero critico e del saper comunicare.

Per tutto il resto, però, esistono differenze molto ampie da tenere in considerazione quando farai la tua scelta.

Specializzati con Unicusano

L’Università Niccolò Cusano offre corsi di laurea triennali e magistrali in Scienze Politiche e Scienze della Comunicazione. Nello specifico, per l’area politologica sono attivi:

  • Corso di Laurea Scienze politiche e relazioni internazionali (L-36)
  • Corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionali (LM-52)

Per l’area sociologica-comunicativa, invece:

  • Corso di Laurea in Sociologia (L-40)
  • Corso di Laurea Magistrale in Sociologia e ricerca sociale (LM-88)
  • Corso di Laurea in Comunicazione Digitale e Social Media (L-20)
  • Corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Digitale (LM-19)

Tutti i corsi di laurea Unicusano sono erogati online, grazie alla metodologia telematica. Potrai connetterti in qualunque luogo e in qualunque momento, guardando le lezioni su una piattaforma telematica. All’interno della stessa piattaforma potrai inoltre scaricare il materiale didattico di supporto e interagire con docenti e colleghi di corso.

Per saperne di più, compila il form.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / IgorVetushko

Commenti disabilitati su Scienze politiche vs scienze della comunicazione: quali sono le differenze? Studiare a Bologna

Read more

Cosa fare ad un colloquio di gruppo? 5 consigli da seguire

Ti sei candidato per un’offerta lavorativa, ti hanno richiamato, ma ora non sai cosa fare ad un colloquio di gruppo?

I colloqui di lavoro possono essere individuali, dove abbiamo il recruiter o datore di lavoro che incontra il candidato e ci si conosce. Oppure, possono essere di gruppo: avremo il recruiter (o più) e più candidati. Le tipologie di colloqui di gruppo sono diverse quindi le dinamiche cambiano, ma esistono delle regole principali da seguire per riuscire a dare il meglio in qualsiasi situazione.

In questa guida, scoprirai i nostri 5 consigli per imparare a comportarti adeguatamente durante un colloquio di gruppo.

Ecco 5 consigli da seguire su cosa fare ad un colloquio di gruppo

Stai cercando di capire come comportarsi ad un colloquio di gruppo?

Sebbene possa metterti più agitazione, ricorda che è un colloquio come un altro, ma avrai molte più chance di spiccare, piuttosto che in un colloquio in cui ti racconti soltanto.

Di seguito, ecco i nostri 5 consigli per affrontarlo al meglio.

#1 Sii sempre te stesso

La prima regola è rimanere esattamente come sei: cerca di non intimidirti e lascia uscire fuori la tua personalità, la tua persona. Non fingere di essere chi non sei veramente, poiché potresti dare aspettative errate, che non potrai mantenere.

Inoltre, non assumere atteggiamenti innaturali per te. Ad esempio, sorridere ad un colloquio è sempre un bene: mostra serenità, un’indole positiva. Ma mantenere un sorriso forzato tutto il tempo, sarà visibile, tutti lo noteranno che stai fingendo.

Cerca quindi di essere te stesso: ovviamente l’ansia da prestazione è più che normale, cerca di non arrivare troppo stressato e semplicemente credi in ciò che stai facendo. Il resto verrà da sé.

#2 Cerca di trasmettere serenità

Trasmettere serenità in un simile contesto non è certo semplice, ma cerca di lavorare sul tuo atteggiamento e le tue reazioni prima di presentarti al colloquio.

Si tratta di un lavoro che devi fare su te stesso per evitare di presentarti come una persona tesa, che si mette sulla difensiva e vede gli altri candidati come una minaccia.

Devi spiccare tra di loro, ma per farlo non devi metterli in cattiva luce o comportarti male nei loro confronti. Anzi devi viverti l’esperienza in modo sereno, come se interagissi in contesti normali.

#3 Comunica in modo naturale e chiaro

La comunicazione è molto importante.

Ecco alcuni consigli per comunicare al meglio:

  • esprimi sempre le tue idee, in modo chiaro e assertivo, non essere prolisso
  • argomenta le tue idee, e cambia idea senza timore se lo senti necessario
  • usa un tono di voce normale, non urlare, ma nemmeno parlare con voce sommessa
  • evita di gesticolare troppo
  • non essere polemico o aggressivo
  • ascolta e rispetta le opinioni degli altri, non giudicarle
  • mantieni sempre la concentrazione

#4 Gestisci bene il tempo

Gestire il tempo significa eseguire il compito assegnato entro i tempi, senza mostrarsi sotto stress. Può capitare, infatti, che in un colloquio di gruppo venga assegnato un esercizio comune da svolgere entro un numero limitato di minuti. Questo spesso prende in contropiede i candidati, che iniziano visibilmente ad agitarsi. La strategia migliore è mantenere la calma e cercare di essere sempre decisi e rilassati. Non farti trascinare dal timore della concorrenza e concentrati su quello che puoi fare tu per dare il meglio.

#5 Cerca di emergere: devi risultare come il candidato che stanno cercando

In questa guida ti abbiamo spiegato cosa fare ad un colloquio di gruppo, ma è giusto anche tu sappia come emergere: insomma, come convincere il recruiter che sei la persona giusta.

La chiave è arrivare preparati. Usa un dress code adeguato (ogni azienda ha il suo) prima di tutto, poi informati sul tipo di colloquio di gruppo affronterai.

Abbiamo infatti diverse tipologie (a ruoli liberi/assegnati, business game, discussione di un caso, in basket).  Sapere le caratteristiche di ognuna ti permetterà di sapere cosa dovrai affrontare.

Un altro consiglio per spiccare è evitare di rispondere troppo in fretta quando ti vengono fatte domande. Rifletti con attenzione, non farti prendere dalle emozioni. Ascolta con interesse, riflettici e dai una risposta esaustiva.

Non prevaricare sugli altri è il nostro ultimo consiglio. Saper collaborare e ascoltare gli altri, mostrandoti rispettoso, proponendo soluzioni condivise, è un’attitudine apprezzata.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / Syda_Productions

Commenti disabilitati su Cosa fare ad un colloquio di gruppo? 5 consigli da seguire Studiare a Bologna

Read more

Come studiare per l’esame di anatomia?

Gli esami di anatomia sono tra i più difficili da preparare, poiché si basano sull’avere grande memoria, che, ovviamente, si può allenare. Purtroppo non esistono “scorciatoie”, ma abbiamo dei consigli per te su come studiare per l’esame di anatomia, che possono tornarti utili se sei iscritto ad una laurea in Scienze Motorie e ti stai approcciando a queste tematiche per la prima volta.

La materia di anatomia analizza il corpo umano nel dettaglio ed è complesso da studiare per il semplice fatto che ci sono moltissimi concetti chiave da ricordare, oltre che il dover ricordare tutte le varie parti che compongono il nostro organismo,

Quel che ci vuole per preparare un esame di anatomia, è tanta forza di volontà e motivazione, tanta organizzazione e un buon metodo di studio.

Ecco che abbiamo radunato diversi consigli per aiutarti a studiare anatomia.

I consigli su come studiare per l’esame di anatomia e superarlo al meglio

Vuoi scoprire come studiare per l’esame di anatomia per prepararti al meglio in vista dell’esame? Sei nel posto giusto! Di seguito troverai 4 consigli utili per apprendere i concetti nel migliore dei modi.

#1 Segui le lezioni, prendi appunti e fai domande

La cosa più importante è, ovviamente, seguire le lezioni e prendere appunti: questo permette di fissare nella mente, ancora prima di iniziare a studiare, i concetti.

Così quando inizierai a studiare, ti suoneranno familiari e non dovrai cominciare da zero.

Se qualcosa non è chiaro, fai sempre domande al docente o contatta i tuoi compagni di corso per chiedere aiuto. Anche se sembrano consigli “banali”, in realtà praticare l’ascolto attivo riduce sensibilmente i tempi di studio a casa e ti aiuta a creare delle connessioni più velocemente.

#2 Organizza un piano di studio di anatomia

Pianifica la mole di studio, in largo anticipo. In questo modo avrai un’idea generale sull’effettivo materiale da studiare e avrai una tabella di marcia da seguire.

Non avere un piano può essere controproducente poiché non sai quanto ancora hai da studiare. Avere un prospetto chiaro ti permette, invece, di porti degli obiettivi giornalieri, settimanali e mensili da rispettare.

#3 Crea delle mappe concettuali o utilizza metodi per fissare i concetti

Molti concetti di anatomia dovrai acquisirli con il metodo che più è adatto alla tua memoria. Ci sono studenti che usano diagrammi, schemi, mappe; altri ancora invece disegnano le parti del corpo umano, magari usando colori diversi. Anche questo è un metodo di memorizzazione.

#4 Confrontati con i tuoi compagni di corso

E infine, il confronto con i propri compagni è utile sia per chiedere un aiuto nel fissare i concetti, sia per simulare l’esame facendosi domande a vicenda. Se frequenti il corso di laurea in Scienze Motorie a Bologna Unicusano, grazie ai benefici del Percorso Eccellenza, potrai confrontarti direttamente con il tuo mentore e avere un supporto dedicato ed esclusivo per la preparazione dei tuoi esami.

Per saperne di più sui nostri Corsi di laurea, contattaci ora.

***

Credits Immagine di Copertina: DepositPhotos / gstockstudio 

Commenti disabilitati su Come studiare per l’esame di anatomia? Studiare a Bologna

Read more

Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Bologna con il Percorso Eccellenza

Sogni di specializzarti in lettere e intraprendere una carriera in questo settore?

Unicusano ti propone il Corso di laurea magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Bologna con il Percorso Eccellenza.

Il corso di studi, di durata biennale, nasce per offrire agli studenti reali abilità e competenze nell’ambito umanistico, con un focus sulle aree più tradizionali delle Lettere. Accanto alla qualità della didattica, Unicusano si distingue anche per l’approccio didattico innovativo: il Percorso Eccellenza. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Guida alla laurea magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Bologna

L’accesso alla laurea in scienze umanistiche con curriculum in lingua e letteratura italiana è permesso a coloro che detengono un titolo triennale e la conoscenza di una lingua dell’Unione Europea.

Il percorso forma professionisti in grado di operare nell’ambito dell’insegnamento sia presso enti pubblici e privati, associazioni anche del terzo settore, istituti di promozione culturale e del turismo, redazioni tradizionali e web.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza è una delle novità più interessanti del nostro Ateneo. L’obiettivo è quello di semplificare la gestione dello studio, andando incontro alle esigenze degli studenti. Ciò è possibile abbinando alla didattica online due interessanti novità:

  • Un mentore dedicato e in esclusiva, che ti affiancherà in tutta la durata dei tuoi studi
  • La possibilità di svolgere gli esami sotto forma di esoneri intermedi

Come funziona la laurea magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana

La laurea in scienze umanistiche è fruibile online. Accedendo alla tua area studente, potrai seguire le lezioni e scaricare il materiale didattico di supporto. La piattaforma di e-learning è attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Entrando nel merito del piano di studi, questo si concentra sullo studio delle discipline caratterizzanti del settore storico-letterario, linguistico-glottodidattico (con un numero maggiore di CFU nella didattica delle lingue), linguistico del latino e di una lingua seconda, storico e psico-pedagogico. Inoltre, è previsto lo studio di discipline affini, come l’approfondimento delle metodologie didattiche e della geografia, anche politica, con possibilità di inserire esami dell’area informatica o antropologica laddove desiderato.

Cosa cambia rispetto a un corso di laurea tradizionale?

Le differenze rispetto ai corsi di laurea tradizionali sono due:

  • La presenza di un mentore dedicato
  • La modalità di esame, che prevede lo svolgimento di prove intermedie

I benefici per lo studente

Il Percorso Eccellenza offre diversi benefici per gli studenti:

  • L’assistenza di un mentore esclusivo
  • La possibilità di organizzare al meglio gli esami, terminando il percorso nei tempi stabiliti
  • Maggiore equilibrio tra vita privata e vita accademica

Per saperne di più, compila il form.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/Hquality

Commenti disabilitati su Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Lingua e letteratura italiana a Bologna con il Percorso Eccellenza Studiare a Bologna

Read more

Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Diffusione della conoscenza a Bologna con il Percorso Eccellenza

Hai già una laurea triennale in lettere e stai pensando di approfondire i tuoi studi umanistici?

Unicusano ha la soluzione per te: è attivo il corso di laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza, erogato con il Percorso Eccellenza.

Il corso, di durata biennale, ambisce a fornire solide conoscenze e competenze di livello alto nei settori storico-letterario, linguistico-glottodidattico e storico-geografico. Il tutto con l’aggiunta di un approccio innovativo: il Percorso Eccellenza.

Vediamo cos’è il Percorso Eccellenza e quali sono i vantaggi di una Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum diffusione della conoscenza.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza a Bologna

Il corso di Laurea magistrale in Scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza è stato pensato per fornire ai futuri laureati una preparazione di ambito umanistico aggiornata al contesto digitale. Gli sbocchi lavorativi sono molteplici e spaziano dalle professioni più tradizionali (filologo, linguista) alle professioni più innovative, come quelle che hanno a che fare con il digital e le pubbliche relazioni.

Percorso Eccellenza: definizione e finalità

Il Percorso Eccellenza è una vera e propria rivoluzione nella didattica, che si caratterizza per due elementi di innovazione. Il primo è la presenza di un mentore dedicato ed esclusivo, che ti affiancherà in tutta la durata dei tuoi studi. Il mentore ti aiuterà a preparare gli esami e organizzare le sessioni, con una novità: potrai sostenere gli esami finali sotto forma di prove intermedie.

Come funziona la Laurea magistrale in scienze umanistiche – curriculum Diffusione della conoscenza?

Il percorso di studi vuole fornire una conoscenza approfondita nei settori più tradizionali delle lettere (lingua e letteratura italiana, storia e geografia, linguistica generale e della lingua italiana), nella seconda lingua (inglese o spagnolo), nei settori delle metodologie didattiche e in quelli utili ad acquisire pratica d’uso di livello avanzato dei principali strumenti e applicativi digitali.

Gli sbocchi occupazionali sono diversi: potrai lavorare in Agenzie editoriali e per la promozione e valorizzazione del patrimonio culturale; istituti e agenzie deputate alla produzione e alla diffusione della conoscenza attraverso ogni tipo di media; enti pubblici o privati, associazioni e fondazioni e biblioteche.

I vantaggi per lo studente

Ci sono diversi vantaggi che derivano dall’iscrizione al Corso di Laurea in Scienze Umanistiche con il Percorso Eccellenza:

  • Potrai avere un mentore esclusivo e dedicato, che ti affiancherà in tutta la durata dei tuoi studi
  • Potrai organizzare le tue sessioni di studio, massimizzando il tuo apprendimento
  • Gli esami sono fruibili sotto forma di prove intermedie
  • Le lezioni possono essere seguire online, grazie alla metodologia telematica

Per saperne di più, compila il form.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/AndreyPopov

Commenti disabilitati su Laurea Magistrale in Scienze Umanistiche – Diffusione della conoscenza a Bologna con il Percorso Eccellenza Studiare a Bologna

Read more

Laurea Triennale in Lettere – Materie letterarie e linguistiche a Bologna con il Percorso Eccellenza

Hai un diploma di studi superiore e stai pensando di intraprendere un percorso di studi in campo umanistico?

Il Corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche con il Percorso Eccellenza vuole fornire allo studente competenze in ambito umanistico ed in particolare nelle aree più tradizionali delle lettere.

Il percorso di studi garantisce una formazione di qualità, oltre ad un approccio unico e innovativo alla didattica: il Percorso Eccellenza.

Scopriamo insieme cos’è il Percorso Eccellenza e quali sono i benefici di una Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche a Bologna

Il corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Materie letterarie ha una durata triennale ed è pensato per fornire ai laureati conoscenze ed abilità fondamentali per operare nei settori dell’area umanistica più tradizionale. Si parla, dunque, di settori letterari, linguistici, storici e geografici. Queste conoscenze, tipiche del percorso di studi, si combinano con altri insegnamenti, come lo studio di una seconda lingua.

Il corso è fruibile sia in modalità online, attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano, che in presenza.

Percorso Eccellenza: definizione e finalità

Il Percorso Eccellenza è una delle ultime novità Unicusano, che si caratterizza per due aspetti fondamentali:

  • La presenza di un mentore dedicato e esclusivo, che ti affiancherà per tutta la durata dei tuoi studi
  • La possibilità di sostenere gli esami sotto forma di prove intermedie.

Come funziona la Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche?

Il corso vuole formare figure corrispondenti a un profilo umanistico più tradizionale, con conoscenze e competenze incentrate principalmente sui settori storico-letterario, linguistico, storico-geografico e antropo-psico-pedagogico.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

Le differenze rispetto ad un percorso tradizionale sono due:

  • Nel Percorso Eccellenza lo studente ha a disposizione un mentore esclusivo che lo affianca durante gli studi
  • Gli esami possono essere sostenuti sotto forma di prove intermedie

I benefici per lo studente

I benefici del Percorso Eccellenza sono molteplici. Avrai a disposizione un mentore dedicato, con cui sostenere gli esami e organizzare al meglio gli studi. Inoltre, gli esami finali possono essere sostenuti sotto forma di prove intermedie. Questo facilita il termine degli studi entro i termini stabiliti.

Il costo della retta annuale per un corso di Laurea triennale con il Percorso Eccellenza è pari a 5.000 Euro.

Per saperne di più, compila il form per chiederci maggiori informazioni sul corso di Laurea triennale in lettere – curriculum Materie letterarie e linguistiche.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/yulan

Commenti disabilitati su Laurea Triennale in Lettere – Materie letterarie e linguistiche a Bologna con il Percorso Eccellenza Studiare a Bologna

Read more

Laurea Triennale in Lettere – Diffusione della conoscenza a Bologna con il Percorso Eccellenza

Studiare lettere è il tuo sogno più grande?

Se stai pensando di intraprendere un percorso universitario in questo campo, il Corso di Laurea triennale in Lettere – curriculum Diffusione della conoscenza con il Percorso Eccellenza a Bologna è il primo passo per acquisire nuove conoscenze e reali competenze nell’ambito umanistico.

Questo percorso di studi, di durata triennale, nasce per soddisfare le crescenti richieste del mondo del lavoro, sia nell’ambito dell’insegnamento sia nella produzione e valorizzazione del patrimonio culturale e dell’editoria e comunicazione digitale.

Una delle novità più interessanti di questo corso è il Percorso Eccellenza, il nuovo approccio didattico Unicusano. Ecco perché iscriversi al corso di Laurea triennale in lettere – curriculum diffusione della conoscenza.

La guida completa al corso di Laurea triennale in lettere – curriculum Diffusione della conoscenza a Bologna

Frequentare il Corso di Laurea in Lettere Unicusano significa cquisire conoscenze nei campi della linguistica e della letteratura italiana, da quella moderna a quella contemporanea. Il corso ha come obiettivo quello di fornire allo studente capacità di analisi ed interpretazione dei fenomeni culturali. Il tutto con il supporto di una particolare metodologia: il Percorso Eccellenza.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza è una delle novità Unicusano e rappresenta una vera e propria rivoluzione nel modo di vivere la formazione universitaria. Grazie a questo approccio, potrai infatti organizzare al meglio le tue giornate e bilanciare il carico di studio, contando su due aspetti fondamentali:

  • La presenza di un mentore dedicato, ossia un professionista che ti affiancherà per tutta la durata dei tuoi studi
  • La possibilità di sostenere i tuoi esami suddivisi in prove intermedie (esoneri) al fine di bilanciare meglio il carico di studio.

Come funziona la Laurea triennale in lettere – curriculum Diffusione della conoscenza?

L’accesso al corso è subordinato al possesso di un diploma di studi superiore. Il corso è fruibile sia in modalità online, attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano, che in presenza. Le competenze acquisite in questi tre anni rappresentano la base per un’eventuale specializzazione attraverso la Laurea magistrale nello stesso curriculum.

Il piano di studi punta a formare professionisti capaci di operare nell’ambito della diffusione della conoscenza attraverso le nuove tecnologie. Per questo motivo, durante il triennio, le materie di insegnamento saranno molteplici, da quelle strettamente letterarie a quelle inerenti l’editoria e la comunicazione con i nuovi media.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

La prima differenza riguarda la presenza di un mentore, che ti seguirà in esclusiva per tutta la durata dei tuoi studi. Inoltre, è prevista la possibilità di suddividere un esame in più esoneri intermedi.

Perché scegliere il Percorso Eccellenza?

Ci sono diversi motivi per scegliere il Percorso Eccellenza:

  • La presenza di un mentore dedicato
  • La possibilità di organizzare al meglio le tue giornate, grazie ad una pianificazione dello studio
  • La possibilità di terminare gli studi nei tempi stabiliti, riducendo il rischio di ritardi

In più, così come gli altri Corsi di Laurea, anche la triennale in lettere è fruibile online, grazie alla metodologia telematica.

Se desideri ricevere ulteriori informazioni su questo percorso, compila il form qui presente per essere ricontattato, senza impegno, da un nostro consulente all’orientamento.

***

Credits immagine: DepositPhoto.com/shalamov

Commenti disabilitati su Laurea Triennale in Lettere – Diffusione della conoscenza a Bologna con il Percorso Eccellenza Studiare a Bologna

Read more

Codice penale italiano: cos’è, struttura, contenuti

Conosci il Codice Penale italiano?

Se sei intenzionato a iscriverti alla facoltà di Giurisprudenza a Bologna, oppure già lo sei, sicuramente avrai a che fare con questo elemento così importante per il nostro Paese.

Il codice penale italiano è noto anche come codice Rocco: ciò deriva dal nome di chi l’ha scritto principalmente, ovvero Alfredo Rocco.

Continuando a leggere, scoprirai che cos’è e la sua storia, la struttura e ciò che si trova al suo interno. Cominciamo.

Tutto ciò che devi sapere sul codice penale italiano

Il codice penale italiano è complesso e, per chi non l’ha studiato, può essere di difficile comprensione. Insomma, un po’ ostico per chi non è avvezzo a materie di diritto.

Tuttavia, cercheremo di spiegarti nel modo più comprensibile possibile di ciò che si trova al suo interno, e darti un’idea della sua struttura.

Cos’è il codice penale?

Il diritto penale è un settore del diritto pubblico che stabilisce l’erogazione di sanzioni penali a chi compie azioni che per il nostro ordinamento giuridico sono definite reati.

La legge penale, dunque ciò che è contenuto all’interno del codice penale, non ha effetto retroattivo, pertanto si è punibili solo per i reati commessi dopo l’entrata in vigore della legge

Proibire e punire determinati comportamenti significa tutelare dei valori. Chiunque non ha rispetto di questi valori viene punito attraverso delle pene.

Il reato, l’illecito penale, l’illecito civile e l’illecito amministrativo sono distinti tra loro a seconda del tipo di sanzione. E ogni sanzione ha una gravità proporzionale alla gravità del reato.

Gli illeciti penali, come vedremo dopo, vengono distinti in delitti e contravvenzioni.

I delitti prevedono la pena:

  • dell’ergastolo;
  • della reclusione;
  • della multa.

Le contravvenzioni prevedono:

  • l’arresto;
  • l’ammenda.

La sua storia

La sua storia ha inizio nel 1930: ebbene sì, il nostro codice penale è davvero longevo, ben settant’anni di attività.

A scriverlo fu il guardasigilli Alfredo Rocco, che al tempo aveva elaborato anche il codice di procedura penale e la riforma dell’ordinamento penitenziario. Queste due parti però, sono state modificate nel 1974 e nel 1989. Perciò, quando diciamo “Codice Rocco”, intendiamo solamente il codice penale.

Il Codice Rocco entrò in vigore durante il regime fascista, ma le riforme che vi furono con gli anni hanno stravolto quelle componenti “autoritarie” tipiche dell’ideologia dittatoriale vigente in quel periodo storico.

Pertanto, è sì longevo e antico, ma presenta numerosi cambiamenti che hanno permesso di non renderlo obsoleto e di essere consono ai nostri tempi.

La struttura del codice penale italiano e i contenuti

La struttura del codice penale italiana è suddivisa in tre libri, che a loro volta sono organizzati in titoli, capi, sezioni, paragrafi e articoli.

  1. Il primo libro è sui reati in generale
  2. Il secondo libro è sui delitti in particolare
  3. Il terzo libro è sulle contravvenzioni in particolare

Può sembrare difficile, a primo acchitto, capirne il contenuto può sembrare ostico. Chi si laurea in materie di diritto con una specializzazione in diritto penale deve conoscere ogni legge. Spiegarla una a una risulterebbe complicato, ma ti daremo un’idea di cosa si trova in ognuno dei tre libri.

Libro primo dei reati in generale

Titolo I – Della legge penale (artt. 1-16)

Titolo II – Delle pene (artt. 17-38)

Titolo III – Del reato (artt. 39-84)

Titolo IV – Del reo e della persona offesa dal reato (artt. 85-131)

Titolo V – Della modificazione, applicazione ed esecuzione della pena (artt. 131/bis-149)

Titolo VI – Della estinzione del reato e della pena (artt. 150-184)

Titolo VII – Delle sanzioni civili (artt. 185-198)

Titolo VIII – Delle misure amministrative di sicurezza (artt. 199-240 bis)

Nel primo libro troviamo le regole base su come viene applicato il codice penale, ma anche di alcuni reati in maniera generale

Libro secondo dei delitti in particolare

Titolo I – Dei delitti contro la personalità dello Stato (artt. 241-313)

Titolo II – Dei delitti contro la Pubblica amministrazione (artt. 314-360)

Titolo III – Dei delitti contro l’amministrazione della giustizia (artt. 361-401)

Titolo IV – Dei delitti contro il sentimento religioso (artt. 402-413)

Titolo V – Dei delitti contro l’ordine pubblico (artt. 414-421)

Titolo VI – Dei delitti contro l’incolumità pubblica (artt. 422-452)

Titolo VII – Dei delitti contro la fede pubblica (artt. 453-498)

Titolo VIII – Dei delitti contro l’economia pubblica (artt. 499-518)

Titolo IX – Dei delitti contro la moralità pubblica e il buon costume (artt. 519-544)

Titolo IX-bis – Dei delitti contro il sentimento per gli animali (artt. 544 bis-544 sexies)

Titolo X – Dei delitti contro l’integrità e la sanità della stirpe (artt. 545-555)

Titolo XI – Dei delitti contro la famiglia (artt. 556-574 bis)

Titolo XII – Dei delitti contro la persona (artt. 575-623 ter)

Titolo XIII – Dei delitti contro il patrimonio (artt. 624-649 bis)

Il secondo libro si concentra sui vari delitti (un tipo di reato) come ne possiamo evincere dai titoli.

Libro terzo delle contravvenzioni in particolare

Titolo I – Delle contravvenzioni di polizia (artt. 650-730)

Titolo II – Delle contravvenzioni concernenti l’attività sociale della pubblica amministrazione (731-734)

Titolo III – Delle contravvenzioni concernenti la tutela della riservatezza (art. 734 bis)

Il terzo libro infine, sulle contravvenzioni (il secondo tipo di reato) che sono la trasgressione a un divieto contenuto in una norma giuridica.

La laurea in Giurisprudenza con Unicusano

La legge ti appassiona e vorresti specializzarti in campo giuridico? Con la laurea in giurisprudenza Unicusano potrai apprendere  reali competenze e solide basi nell’ambito del diritto e della cultura giuridica. Il corso dura 5 anni e viene erogato attraverso la metodologia telematica.

Grazie a questo approccio potrai studiare in qualunque luogo e in qualunque momento, connettendoti ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Per iscriverti, compila il form o chiama il numero verde 800.98.73.73

***

Credits Immagine: DepositPhotos / zolnierek

Commenti disabilitati su Codice penale italiano: cos’è, struttura, contenuti Studiare a Bologna

Read more

Cosa fare dopo la laurea in scienze motorie? Le 6 professioni più gettonate

Se lo sport è la tua passione, la laurea in scienze motorie è il percorso formativo che più ti si addice. Se hai pensato bene di trasformare questa tua bellissima passione in un vero e proprio lavoro, una domanda fondamentale che dovresti porti riguarda il post laurea: cosa fare dopo la laurea in scienze motorie?

Grazie al percorso formativo di scienze motorie, si ha la possibilità di acquisire tutte le competenze necessarie per riuscire a trovare lavoro nel vasto mondo dello sport, con una variegata scelta di sbocchi lavorativi.

Infatti, ritroviamo le classiche e ormai conosciute professioni come quella dell’allenatore e personal trainer, ma anche quelle meno note e più innovative.

In questa guida ti illustreremo tutto ciò che potrai fare dopo la laurea in scienze motorie, presentandoti i diversi sbocchi lavorativi che seguono a questo percorso. Perciò, cominciamo!

Cosa fare dopo aver conseguito una laurea in scienze motorie? Ecco tutte le opportunità

Quali sono le professioni, gli sbocchi lavorativi, che una persona con una laurea in scienze motorie si trova davanti a sé?

I lavori che potrebbe fare sono davvero molti, conseguibili talvolta con un master o un accreditamento, oppure un piccolo corso aggiuntivo e, ovviamente, gavetta.

Vediamoli!

#1 Personal Trainer

Il Personal Trainer, noto anche come PT, è la figura professionale che si concentra sull’allenamento di una persona. Attenzione, non un allenamento qualsiasi, ma personalizzato, calibrato a seconda delle esigenze, delle possibilità e degli obiettivi che la persona vuole raggiungere.

In quest’ottica, il PT crea un allenamento ideale per la persona e la supporta nel perseguimento dei suoi obiettivi. Il lavoro è costante: il piano di allenamento va aggiustato in base alle esigenze e ai limiti, deve essere compatibile alla situazione fisica e psichica della persona e aggiornato periodicamente. Dovrà adattare il suo lavoro a seconda della persona e aiutarla nei momenti più difficili.

#2 Istruttore club e attività sportive nei villaggi turistici

Istruttore sportivo nei villaggi turistici è sicuramente tra le professioni più ambite e amate, perché permette di svolgere attività fisica, insegnare sport e viaggiare, in luoghi del mondo davvero paradisiaci.

Avere una laurea in scienze motorie è sicuramente un plus che molti recruiter valutano positivamente e sono più propensi ad accogliere chi ha già questo tipo di esperienza.

Ciò che dovrai fare, è organizzare degli allenamenti semplici, come attività di risveglio muscolare, aerobica, acquagym, yoga, zumba. Le attività ricercate e che si possono fare durante questi club sono moltissime.

La bellezza di questo lavoro è lo stare a contatto con molte persone e coinvolgerle in quella che è la tua passione, il tutto contornato da luoghi mozzafiato.

#3 Operatore addetto alla ginnastica in strutture sanitarie

Viene chiamato in molti modi, ma quello che fa l’istruttore di ginnastica nelle strutture sanitarie è molto semplice.

Per strutture sanitarie possiamo intendere centri per persone disabili e case di riposo. Ciò che in genere deve fare questo istruttore, è creare un piano di allenamento specifico per il target, ovvero l’utenza.

Saper coinvolgere e invogliare nel fare attività fisica per mantenersi in forma e per recuperare flessibilità e forza, ovviamente nei limiti di ciascuna persona.

#4 Tecnico sportivo o allenatore

Il tecnico sportivo ha il compito di organizzare allenamenti per insegnare una determinata disciplina sportiva. In quest’ottica, l’allenatore ha diverse mansioni e responsabilità:

  • valutare gli allievi e individuare sia i punti di forza che quelli di debolezza, e aiutare il singolo atleta a potenziare le sue capacità;
  • insegnare le regole di quello sport specifico e assicurarsi che vengano rispettate da ciascun atleta;
  • stimolare lo spirito di competizione e allo stesso tempo, permettere di creare lo spirito di squadra;
  • tenere sotto osservazione l’attività fisica e l’esecuzione degli esercizi, dando dei consigli eventualmente e correggendo errori;
  • valutare i progressi e aggiornare, sulla base di questi, l’allenamento;
  • fornire supporto motivazionale ed emotivo, specialmente durante le competizioni;

#5 Rappresentante/agente di atleti

Il rappresentante, il manager, l’agente di atleti, è un professionista che ha il compito di supportare in maniera personalizzata l’atleta, in diversi ambiti. I suoi compiti si possono riassumere in questo modo:

  • Promuovere dell’immagine, del nome e dell’attività (professionale s’intende) dell’atleta. Come? Organizzando degli incontri e colloqui con chi lavora nel settore;
  • Prendere in esame le proposte di sponsorizzazione che arrivano da aziende private e pubbliche, ed altri enti, da presentare poi all’atleta;
  • Fornire consigli, assistenza ed informazioni, riguardo al settore, per aiutarlo nelle scelte;
  • Assistere durante i contratti di attività ed apparizione sportiva, così da tutelare sia gli interessi che l’immagine dell’atleta;
  • Gestire degli eventi e collaborazione con l’ufficio stampa.

#6 Giudice di gara

Ebbene sì, una delle cose che puoi fare dopo la laurea in scienze motorie è proprio il giudice di gara.

Il giudice di gara è un professionista che lavoro quando vi sono delle competizioni sportive di diverso tipo. Ciò che deve conoscere ovviamente, sono le regole dello sport di cui è giudice!

Scopri la laurea in Scienze Motorie Unicusano

Se l’attività fisica è la tua passione e sogni di trasformarla in una professione, Unicusano ha gli strumenti giusti per te. Il nostro Ateneo ha all’attivo, infatti, corsi di laurea triennali e magistrali per formarti nel campo:

La triennale ha come obiettivo quello di fornire allo studente le conoscenze fondamentali relative agli aspetti biologici e fisiologici dell’esercizio fisico insieme alle basi psico-pedagogiche e sociali dell’educazione motoria e agli aspetti giuridici relativi. Scopo del corso di laurea in scienze motorie è la formazione di professionisti capaci di operare nella variegata area delle attività motorie e sportive.

La magistrale, invece, rappresenta la naturale prosecuzione del percorso e vuole fornire approfondite competenze biomediche, psicopedagogiche, sociali e giuridiche unitamente a conoscenze avanzate delle metodologie di allenamento delle principali categorie di sport.

Entrambi i corsi di laurea vengono erogati attraverso la metodologia telematica: ciò vuol dire che potrai seguire le lezioni comodamente online in qualunque luogo e in qualunque momento, grazie ad una piattaforma digitale attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ma c’è di più: questi corsi di laurea aderiscono al Percorso Eccellenza, un modo tutto nuovo di vivere l’Università.

Il Percorso Eccellenza ti offre, oltre alla possibilità di accesso alla metodologia telematica, altri due aspetti che favoriscono il termine degli studi nei tempi stabiliti e semplificano il processo di apprendimento:

  • La presenza di un mentore dedicato, che ti affiancherà in ogni parte del percorso
  • La possibilità di svolgere gli esami finali sotto forma di prove intermedie, per diluire il carico di studio

Se vuoi saperne di più e iscriverti ai corsi di laurea Unicusano, contattaci ora.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / Xalanx

Commenti disabilitati su Cosa fare dopo la laurea in scienze motorie? Le 6 professioni più gettonate Studiare a Bologna

Read more

Percorso Eccellenza: ecco i 9 Corsi di Laurea Unicusano a Bologna

Stai pensando di iscriverti all’Università e ottenere il massimo da questa esperienza?

Unicusano ha lanciato a Bologna il Percorso Eccellenza, una vera e propria rivoluzione nel campo della formazione. I Corsi di Laurea del Percorso Eccellenza si distinguono per due aspetti fondamentali: la presenza di un mentore dedicato e la possibilità di sostenere gli esami sottoforma di esoneri. Ma vediamo insieme come funziona il Percorso Eccellenza e quali sono i Corsi di Laurea relativi a questa nuova modalità.

Percorso Eccellenza: cos’è e come funziona

Il Percorso Eccellenza è un nuovo approccio alla didattica, che si propone di affiancare lo studente per tutto il periodo della sua formazione, attraverso un supporto costante e individuale.  Tutto ciò è possibile attraverso la figura di un mentore, un ricercatore dedicato specificatamente ad ogni studente. Il mentore ti assisterà in tutto ciò che riguarda la pianificazione dello studio e la preparazione degli esami.

Inoltre, i singoli esami vengono affrontati passo dopo passo, attraverso lo svolgimento di prove intermedie.

I vantaggi del Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza nasce per garantire agli studenti la conclusione degli studi senza ritardi, massimizzando l’apprendimento.

Il mentore ha il compito di affiancare lo studente durante tutta la durata del corso di laurea, sia esso magistrale che triennale. Questo supporto migliora la gestione del tempo, ottimizza le energie investite nel progetto universitario e facilita una maggiore comprensione delle materie trattate.

Accanto alla modalità del Percorso Eccellenza, Unicusano offre anche la possibilità di accedere alla didattica attraverso la metodologia telematica. Tale metodologia consente di fruire delle lezioni comodamente online, accedendo ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Il Percorso Eccellenza è previsto solo per alcuni tra i numerosi corsi di laurea: ecco quali sono.

Corso di laurea in comunicazione digitale e social media

Il corso di laurea triennale in comunicazione digitale e social media si propone di fornire una conoscenza interdisciplinare, teorico-pratica relativa all’analisi e progettazione di soluzioni ai problemi delle dinamiche sociali attraverso l’utilizzo della comunicazione digitale e dei social media. Il percorso di studi è perfetto per acquisire tutte le skills di base che servono per lavorare nel mondo della comunicazione digitale, nel settore pubblico o privato.

Corso di laurea magistrale in comunicazione digitale

Il corso magistrale di laurea magistrale in comunicazione digitale rappresenta la naturale prosecuzione della laurea triennale nella materia analoga. Il corso fornisce tutte le competenze utili per lavorare nel settore digitale e specializzarti nelle diverse professioni afferenti a questo settore, come content manager, social media manager, data manager e copywriter pubblicitario.

Laurea triennale in Scienze Motorie

Il corso di laurea triennale in Scienze Motorie vuole trasmettere agli studenti le conoscenze fondamentali relative agli aspetti biologici e fisiologici dell’esercizio fisico, unitamente alle basi psico-pedagogiche e sociali dell’educazione motoria e agli aspetti giuridici relativi. Il corso è la base per intraprendere una professione nel campo.

Laurea magistrale in scienze motorie

La laurea magistrale in Scienze Motorie rappresenta la naturale prosecuzione di un percorso triennale e mira a fornire tutte le competenze che ti servono per perfezionarti in questo campo. Il corso punta a fornire approfondite competenze biomediche, psicopedagogiche, sociali e giuridiche unitamente a conoscenze avanzate delle metodologie di allenamento delle principali categorie di sport.

Laurea triennale in ingegneria informatica

La triennale in Ingegneria Informatica è il primo passo per ricevere una formazione verticale nell’ingegneria dell’informazione. Grazie agli insegnamenti previsti dal Corso, potrai lavorare sia in ambito industriale e manifatturiero, sia per l’esercizio di sistemi e infrastrutture hardware o software per la fornitura di servizi nell’area ICT (Information and Communication Technology).

Laurea triennale in ingegneria elettronica

Anche il corso di laurea triennale in Ingegneria Elettronica promuove una formazione altamente professionalizzante, ma con un focus sull’elettronica e tutte le materie affini. Le discipline studiate nel percorso forniscono agli studenti conoscenze teoriche e pratiche nel campo dell’elettronica, riuscendo ad affrontare al meglio problemi anche di natura complessa.

Laurea magistrale in Ingegneria Informatica

In modalità Percorso Eccellenza viene erogato anche il corso di laurea magistrale in ingegneria informatica. Tale corso ha lo scopo di offrire allo studente specifiche conoscenze e reali competenze per lo sviluppo, la gestione e il controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi nell’ambito dell’informatica.

Laurea triennale in Sociologia

Il corso di laurea triennale in Sociologia fornisce le basi per conoscere il funzionamento e i metodi di analisi delle problematiche interne al gruppo sociale e come esse possono essere affrontate e risorse tramite gli strumenti delle discipline sociologiche.

Laurea magistrale in Sociologia

Il corso di laurea magistrale in Sociologia, di durata biennale, vuole formare gli studenti nello sviluppo di capacità di analisi dei fenomeni sociali in una chiave interdisciplinare, con una specifica attenzione ai processi demografici, e alle relazioni interculturali, senza trascurare l’acquisizione delle altre competenze necessarie alla ricerca sociale fra cui le conoscenze statistiche, psicologiche e giuridiche.

Sui Corsi di laurea del Percorso Eccellenza abbiamo detto tutto: per iscriverti e richiedere informazioni, compila il form.

***

Credits foto: Depositphotos.com / Syda_Productions

Commenti disabilitati su Percorso Eccellenza: ecco i 9 Corsi di Laurea Unicusano a Bologna Studiare a Bologna

Read more

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali